​​misure ist​Ituzionali
​di sostegno

​​Come aiutare le famiglie e le persone in difficoltà utilizzando le misure emanate dal Governo, dalla Regione Lombardia e dal Comune di Milano?
Un elenco completo di tutti le misure istituzionali  e non di sostegno per individuare quella più adatta al bisogno.

​​Misure di sostegno

Come orientarsi tra le misure di sostegno attualmente presenti in seguito all'emergenza COVID

casa

​Fondo morosità incolpevole 2020. Riprogrammazione risorse per emergenza sanitaria COVID-19

​Per famiglie titolari di contratti di locazione sul libero mercato, alloggi in godimento, alloggi definiti Servizi Abitativi Sociali, esclusi i contratti di Servizi Abitativi Pubblici. Possono fruire dell’agevolazione persone con procedura di sfratto esecutivo e ISEE non superiore a 26.000 € e nuclei senza procedura di sfratto, ma con difficoltà nel pagare l’affitto a seguito dell’emergenza sanitaria Covid-19. La richiesta di accesso è possibile quando il Comune di Residenza attiva il relativo bando. Si invita a consultarne il sito.

​Riconoscimento della condizione di morosità incolpevole- erogazione contributi - comune di milano

​​Sono morosi incolpevoli gli inquilini che non hanno potuto provvedere al pagamento del canone locativo a ragione della perdita o della consistente riduzione della loro capacità reddituale. Gli inquilini/richiedenti dovranno risultare destinatari di atto di intimazione di sfratto non ancora convalidato, oppure dovrà risultare emesso nei loro confronti provvedimento di rilascio esecutivo.
Ulteriori informazioni sui requisiti di accesso e modulo di presentazione della domanda al  link sottostante.

​Emergenza abitativa e misura unica 2020 per chi vive in affitto

​Sostegno alle famiglie in affitto in situazione di fragilità economica. Copertura finanziaria fino a 4 mensilità di canone e comunque non oltre € 1.500,00 ad alloggio /contratto. Requisiti:

a. non essere sottoposti a procedure di rilascio dell’abitazione;

b. non essere proprietari di alloggio adeguato in Regione Lombardia;

c. avere un ISEE max fino a € 26.000,00; i Comuni possono ridurre il valore del requisito ISEE sulla base di specifiche esigenze territoriali.

d. avere un contratto di locazione da almeno un anno, a partire dalla data del presente provvedimento.

Criteri di accesso preferenziali: perdita del posto di lavoro/ consistente riduzione dell’orario; mancato rinnovo contratti a termine; cessazione attività libero-professionali; malattia grave/ decesso di un componente familiare.

La richiesta di accesso è possibile quando il Comune di Residenza attiva il relativo bando. Si invita a consultarne il sito.

​​Comune di Milano: nuovo contributo affitti Covid-19

Per partecipare al bando di assegnazione dei contributi, occorre compilare on line la domanda di partecipazione entro le ore 12:00 del 20 maggio 2020.

​Attenzione: è stato prorogato il termine per la consegna dei documenti da parte dei proprietari di alloggio, alle h. 12.00 del giorno 22 giugno 2020​

Potranno presentare richiesta i cittadini residenti nel Comune di Milano, titolari di un regolare contratto di locazione sul libero mercato a canone ordinario o a canone concordato o in alloggi in godimento o in alloggi definiti Servizi Abitativi Sociali. REQUISITI PER L’ACCESSO AL CONTRIBUTO

  • Cittadinanza italiana o di uno stato facente parte dell’Unione Europea
  • Cittadinanza di un altro stato (per i cittadini extra UE) in regola e permesso di soggiorno valido che ne attesti la permanenza e l’idoneità a conferma dello scopo e delle condizioni del soggiorno. Se il documento di soggiorno è scaduto, è ammesso il possesso della ricevuta della richiesta di rinnovo
  • Il richiedente deve essere titolare di contratto di locazione registrato e in vigore, relativo ad unità immobiliare ad uso residenziale, sita nel Comune di Milano e occupata a titolo di residenza esclusiva o principale da parte del dichiarante e del suo nucleo familiare.

I richiedenti dovranno, inoltre, possedere i seguenti REQUISITI:

  • Non essere sottoposti a procedure di rilascio dell’abitazione
  • Non essere proprietari di un alloggio adeguato nel Comune di Milano o in altro comune della Regione Lombardia
  • Avere un ISEE inferiore o uguale a € 26.000,00
  • Essere residenti in un alloggio in locazione da almeno un anno alla data del 30 marzo 2020
  • Possono presentare richiesta anche i cittadini beneficiari del Reddito di Cittadinanza. Il contributo è compatibile con il reddito o la pensione di cittadinanza e altre misure simili di sostegno al reddito già in essere o che potrebbero intervenire in seguito.

Oltre ai requisiti di base, verranno considerate criteri preferenziali condizioni particolarmente legate all’emergenza: la cessazione, riduzione o assenza dell’attività lavorativa a partire dal 1° febbraio di quest’anno; il ricovero ospedaliero per sintomi da Covid-19 o il decesso di un componente familiare dal 1° febbraio; la presenza di persone con invalidità maggiore del 66% all’interno del nucleo.

​Agevolazioni inquilini ALER

​Regione Lombardia e le Aziende Lombarde per l'Edilizia Residenziale Pubblica (ALER) hanno adottato prime misure per sostenere le famiglie in affitto economicamente più fragili che hanno subìto una perdita economica per effetto dell'emergenza sanitaria da COVID-19. Si invita a consultare la pagina dedicata per aggiornamenti ulteriori.

​​sospensione pignoramenti immobiliari

​A far data dal 30 aprile 2020 saranno sospese, per un periodo di 6 mesi, le procedure esecutive per il pignoramento immobiliare dell’abitazione principale del debitore. Lo stabilisce l’art. 54-ter della Legge n. 27 del 24 aprile 2020.

​Proroga contributo regionale di solidarietà - case popolari - comune di milano

​Visto il protrarsi dell’emergenza sanitaria, la scadenza per la consegna del patto di servizio da presentare per ricevere il Contributo Regionale di Solidarietà 2019 è prorogata al 31 maggio 2020. Si tratta di una somma messa a disposizione per inquilini Aler e di proprietà pubblica dei comuni. Potrà essere inviato anche a mezzo e-mail, presso le sedi territoriali di MM Spa di rispettiva competenza.

​Emergenza Covid-19, FAQ A2A

​A2A Energia aumenta il sostegno in questo momento di emergenza. Al seguente indirizzo utili informazioni relative al pagamento di bollette in questo periodo di emergenza: si invita a consultare le domande frequenti. Si ricorda che:

  • Le attività di sospensione delle forniture a seguito dei mancati pagamenti delle bollette sono interrotte;
  • L'invio dei solleciti di pagamento è stato bloccato già a partire dal 9 marzo;
  • Per le famiglie, gli esercizi commerciali e le imprese in difficoltà è possibile richiedere la rateizzazione della bolletta, senza alcun aggravio di interessi di mora.

​Rinnovo dei bonus sociali (elettrico, gas e idrico)

I consumatori il cui il bonus sociale per la fornitura di energia elettrica, e/o gas e/o servizio idrico è in scadenza nel periodo 1 marzo -31 maggio 2020 possono presentare domanda di rinnovo oltre la scadenza originaria prevista.

I consumatori che presenteranno domanda entro il 31 luglio 2020 avranno garantito lo "sconto" in modo continuato e retroattivo a partire dalla data di scadenza originaria. Il rinnovo ha la consueta durata di 12 mesi.

Ricordiamo che per quanto riguarda i servizi di fornitura di energia elettrica, acqua, gas le famiglie hanno la possibilità di richiedere la rateizzazione al pagamento delle bollette al verificarsi di determinate condizioni. Si veda il sito www.arera.it per approfondimenti

​Rinegoziazione del contratto di affitto: come si fa e perch​é conviene

​In questo periodo di emergenza la rinegoziazione del contratto di affitto è una soluzione che conviene sia all’inquilino (che deve sostenere le spese della locazione) che al proprietario (anche se non riceve i soldi, continua a pagare le stesse tasse). Può essere quindi nel comune interesse di entrambe le parti trovare un accordo per rimodulare - sospendere, ridurre o rateizzare - il canone di locazione. Il canone riformulato deve essere correttamente registrato. Con il decreto Cura Italia gli atti che andrebbero registrati tra l’8 marzo e il 31 maggio 2020 possono essere registrati entro il 30 giugno 2020. È possibile inviare una email all’ ufficio presso il quale si era registrato il contratto originale allegando il modello 69 firmato e scansionato, la scrittura privata firmata, una copia dei documenti di identità sia del locatore che del locatario e un'autocertificazione in cui si dichiara che i documenti inviati sono conformi agli originali in proprio possesso. Sul sito dell’Agenzia delle entrate è possibile trovare gli indirizzi di tutti gli uffici sparsi sul territorio.  Ulteriori dettagli al link.

​Sospensione anche per mutui garantiti da immobili e altri finanziamenti a rimborso rateale

L’accordo prevede la possibilità di sospendere fino a 12 mesi la quota capitale delle rate dei mutui garantiti da immobili e degli altri finanziamenti a rimborso rateale. Ambiti di interventi:

  • Mutui garantiti da ipoteche su immobili;
  • Prestiti non garantiti da garanzia reale a rimborso rateale erogati prima del 31 gennaio 2020.

Per ulteriori dettagli consultare il sito.

​Sospensione rate del mutuo per la prima casa

​L’ammissione ai benefici del Fondo è esteso ai lavoratori autonomi e ai liberi professionisti che autocertifichino di aver registrato, in un trimestre successivo al 21 febbraio 2020 ovvero nel minor lasso di tempo intercorrente tra la data della domanda e la predetta data, un calo del proprio fatturato superiore al 33% del fatturato dell’ultimo trimestre 2019 in conseguenza della chiusura o della restrizione della propria attività operata in attuazione delle disposizioni adottate dall’autorità competente per l’emergenza coronavirus. Non è richiesta presentazione ISEE. Per ottenere rapidamente la sospensione del mutuo è necessario che il cittadino, in possesso dei requisiti previsti per l’accesso al Fondo di solidarietà e che si trovi nelle situazioni in cui è previsto l’intervento, collabori attivamente nella fase di presentazione della domanda di sospensione, fornendo subito alla banca che ha concesso il mutuo tutti i documenti necessari. La domanda di sospensione va effettuata direttamente presso la banca con la modulistica ufficiale aggiornata disponibile sui seguenti siti:

​Domande Online per il Sostegno abitativo per l'integrazione del canone di locazione a favore di coniugi separati o divorziati

​Ricordiamo che si tratta di contributi economici sul canone annuo di locazione di immobili adibiti a propria abitazione e/o per l’emergenza abitativa. Il destinatario della misura può beneficiare di un contributo per la durata di un anno dalla data di approvazione della domanda. Nel periodo di emergenza i destinatari in possesso dei requisiti possono presentare domanda esclusivamente online sulla piattaforma informativa Bandi online. L’erogazione della prima trance del 50% può avvenire solo a seguito di presentazione dell’ISEE inferiore o uguale a 30.000 euro.


​famiglia

​CONGEDI PARENTALI, PERMESSI LEGGE 104, BONUS BABY-SITTING, contributi centri estivi

Domande da presentare on-line all’Inps. Nel caso si scelga il bonus, bisogna registrare la baby-sitter all’Inps, se non provvisti di regolare contratto. 

Congedi Covid-19

​​Il DL Rilancio aumenta i giorni possibili di congedo: fino a 30 giorni, consecutivi o frazionati, di congedo parentale straordinario (retribuito al 50% rispetto alla retribuzione normale) per la cura dei minori di 12 anni, da godere nel periodo di emergenza Covid 19 (dal 5 Marzo al 31 Luglio 2020), in connessione alla chiusura di scuole e servizi per l’infanzia. Il congedo spetta alternativamente ai genitori e può essere richiesto parzialmente. Non sono previsti limiti di età per figli con disabilità accertata (L.104) studenti o ospiti in centri diurni. Questa misura è alternativa al bonus baby sitting. Il DL Rilancio ha introdotto la facoltà del lavoratore di usufruire di giorni di congedo non retribuito per la durata della sospensione dei servizi scolastici educativi e per l’infanzia, a condizione che non ci sia altro genitore inoccupato o beneficiario di altri strumenti di sostegno al reddito. Durante il congedo vige il divieto di licenziamento ed il diritto alla conservazione del posto di lavoro. La domanda va presentata all’INPS, accedendo al sito o tramite il supporto di un Patronato.”


Permessi Ex L. 104/92 Covid-19

​Con il DL Rilancio aumentano i giorni di permesso previsti dalla Legge 104 per lavoratori con disabilità o che assistono familiari con disabilità. Sono aggiunti ulteriori 12 giorni utilizzabili tra maggio e giugno, oltre ai 12 giorni aggiuntivi previsti per i mesi di marzo e aprile. Non occorre presentare nuova domanda.


Bonus per servizi baby-sitting Covid-19 e bonus centri estivi

​​In alternativa alla fruizione del congedo è prevista la possibilità di fruire di un bonus per servizi di babysitting fino a 1200 euro. In presenza di più figli di età inferiore a 12 anni, il bonus può essere richiesto anche per tutti i figli, ma in misura complessivamente non superiore a 1.200 euro per il nucleo familiare. Il bonus viene erogato da INPS mediante il Libretto Famiglia. I beneficiari del bonus devono registrarsi sul sito INPS, nell’apposita sezione dedicata alle Prestazioni Occasionali > Libretto Famiglia.
In alternativa può essere richiesto il contributo per l’iscrizione ai centri estivi, ai servizi integrativi per l’infanzia, ai servizi socioeducativi territoriali. È incompatibile con il bonus asilo nido.
Le domande possono essere presentate al sito INPS alla sezione “Bonus Baby sitting” scegliendo l’alternativa per cui si intende presentare richiesta o presso CAF/Patronato.
Questi contributi sono incompatibili con la contemporanea fruizione di misure di sostegno al reddito e con lo stato di disoccupazione, con fruizione di NASPI.

​​Bando Dote Scuola

​Dal 7 aprile al ​30 giugno 2020 è possibile presentare domanda di contributo per l'acquisto di libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica o per una borsa di studio statale. Per accedere al contributo occorre essere in possesso di un valore ISEE in corso di validità all’atto di presentazione della domanda non superiore a euro 15.748,78. La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente online sulla piattaforma informativa Bandi online http://www.bandi.servizirl.it a partire dalle ore 12:00 del 7 aprile 2020 ed entro le ore 12:00 del ​30 giugno 2020.

​Anticipo del pagamento delle pensioni nei mesi di aprile, maggio e giugno 2020

​Nei mesi di aprile, maggio e giugno il pagamento presso gli sportelli postali dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili sarà anticipato rispetto alle normali
scadenze e verrà distribuito su più giorni. Il pagamento avverrà secondo il seguente calendario:
 26-31 marzo per la mensilità di aprile 2020;
 27-30 aprile per la mensilità di maggio 2020;
 26-30 maggio per la mensilità di giugno 2020.

​Carta famiglia

​Considerata l’emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del coronavirus Covid-19, il Governo ha disposto che per il 2020 possano ottenere la carta tutte le famiglie con almeno un figlio a carico (non tre) e che siano residenti nei comuni o nelle aree nelle quali è stato verificato un contagio per cui non si conosce la fonte di trasmissione (decreto-legge 2 marzo 2020, n. 9). Il Dipartimento è al lavoro per permettere anche a queste famiglie di registrarsi alla piattaforma.

​Rimborso Dote Sport: posticipo apertura rendicontazione al 31 maggio 2020

​L’apertura della procedura di rendicontazione Dote Sport 2019 è stata posticipata al 31 maggio 2020. Sarà possibile presentare la rendicontazione anche in mancanza dei sei mesi continuativi di frequenza al corso sportivo.

I soggetti ammessi e finanziati delle graduatorie Dote Sport 2019 potranno presentare la domanda di rimborso online sul sito www.bandi.servizirl.it a partire dalle ore 10:00 del 31 maggio 2020 e entro le ore 12:30 del 10 luglio 2020, Con l’ID e la password utilizzati per la presentazione della domanda (in caso di smarrimento contattare il numero verde 800.131.151). Per ulteriori dettagli sulla procedura consultare il link riportato.

​​​Milano Ristorazione

​Milano Ristorazione ha deciso di procedere nei prossimi giorni al rimborso dei primi due mesi (marzo e aprile) di mancata erogazione del servizio, anche in assenza di disposizioni ufficiali sulla sospensione definitiva o meno dell’anno scolastico in corso. Coloro che preferiscono aspettare, invece, riceveranno il rimborso complessivo, in un’unica soluzione, non appena verrà ufficializzata la ripresa o meno del servizio per il corrente anno scolastico e quindi, in ogni caso, entro il mese di giugno 2020. Sempre entro la fine di giugno, chi avrà richiesto il rimborso parziale riceverà il saldo. Per ​ulteriori informazioni e richiedere il rimborso:

​​Regione Lombardia - sospeso il pagamento della tassa auto e delle rateizzazioni dei debiti tributari fino al 31 ottobre

​Regione Lombardia, con DGR n. 3214 del 9 giugno 2020, ha previsto, per i contribuenti che hanno il domicilio fiscale o la sede legale/operativa nel suo territorio, la sospensione, fino al 31 ottobre 2020:
-    del pagamento della tassa automobilistica, anche in domiciliazione bancaria, in scadenza nel periodo 8 marzo - 30 settembre 2020;
-    della riscossione delle rate in scadenza tra l’8 marzo 2020 e il 30 settembre 2020 (per i contribuenti residenti o aventi sede legale/operativa nei 10 Comuni della ex “zona rossa” la sospensione comprende le scadenze successive al 23 febbraio);
-    Ecotassa e Tassa sulle Concessioni: i pagamenti in scadenza nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 (23 febbraio per i contribuenti residenti o aventi sede legale/operativa nei 10 comuni della ex “zona rossa”) e il 31 maggio 2020, devono essere effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un’unica soluzione entro il 30 giugno 2020.
Per maggiori informazioni consultare il link.

​​sospensione cartelle pignoramento

​Fino al 31 maggio 2020 non sarà consentita la notifica di cartelle di pignoramento (anche via Pec) e non potranno essere attivate misure cautelari ed esecutive. Sospensione dei termini di versamento di tutte le entrate tributarie e non tributarie derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di accertamento e di addebito. Sarà data al contribuente la possibilità di presentare entro fine giugno un’istanza per ottenere la rateizzazione delle cartelle in scadenza pendenti di moratoria.

​Ambito sanitario- novità

​​Con il Decreto Rilancio (art. 8) è prorogata di 30 giorni la validità delle ricette limitative di farmaci di fascia A. Per i pazienti già in trattamento con ricetta scaduta e non utilizzata la validità dei farmaci di fascia A è prorogata di 60 giorni. I piani terapeutici delle persone con disabilità sono prorogati di 90 giorni (art.9)

​​persone con disabilità

Al sito governativo informazioni e servizi utili per le persone con disabilità nell’emergenza coronavirus.

Regione Lombardia: proroghe e novità delle misure B1 e B2. Si ricorda in particolare il differimento al 29 maggio della data di presentazione delle domande di rinnovo B1 per chi è già in carico.

​Apportate modifiche al bando per ottenere contributi per l’acquisto di ausili/strumenti tecnologicamente avanzati per persone con disabilità o disturbi specifici dell’apprendimento (DSA).

Regione Lombardia mette a disposizione una brochure di tutte le misure di sostegno per le persone con disabilità:

Permessi ex L.104/92 Covid-19 ​
"Congedi parentali, permessi 104, bonus baby sitting"

​Consegna farmaci e spesa a domicilio
L’utente attiva la richiesta attraverso il numero verde 800 06 55 10 che a sua volta contatta il comitato della Croce rossa più vicino territorialmente.

​​Agevolazioni trasporto pubblico locale

​Il decreto rilancio (art. 215) prevede agevolazioni per quanto riguarda il trasporto. Per chi ha diritto al rimborso si opta per due modalità: voucher o prolungamento della durata dell’abbonamento. La richiesta va presentata al gestore del trasporto pubblico attraverso la documentazione del titolo di viaggio e una dichiarazione di mancato utilizzo.

​​Bonus mobilità 2020

​​E' un contributo pari al 60% della spesa sostenuta e, comunque, in misura non superiore a euro 500 per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, ovvero per l’utilizzo di servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture. Informazioni nel dettaglio al sito del ministero

​Proroghe validità documenti

  • Certificati ISEE: attestazioni di reddito presentate dal 1° settembre al 31 dicembre 2019 sono valide fino al 31/8/2020
  • Certificati anagrafici e di stato civile: validi fino al 15/6/2020
  • Documenti di identità: validi fino al 31/8/2020
  • Patenti di guida: validi fino al 31/8/2020
  • Foglio rosa: valido fino al 30/6/2020
  • Revisione veicoli: proroga al 31/10/2020
  • ​Centri estivi scuole primarie Comune di Milano- iscrizioni

    ​​La prenotazione ai servizi dei Centri Estivi delle Scuole Primarie sono aperte dalle ore 12:00 del 29 maggio 2020 fino alle ore 24:00 del 15 giugno 2020. È possibile presentare domanda online al accedendo dalla pagina del Comune al link riportato.

    ​​Bonus vacanza famiglia

    ​È fruibile dal 1° luglio al 31 dicembre 2020. È previsto un contributo pari a:
    150 euro per famiglie con 1 componente;
    300 euro se 2 componenti;
    500 euro se 3 o più componenti
    Il valore ISEE deve essere inferiore a 40mila euro. Si attendono ulteriori aggiornamenti.

    ​Pacchetto Famiglia Regione Lombardia - nuovi finanziamenti

    ​Sono stati finanziati ulteriori fondi relativi al “Pacchetto Famiglia” per assegnare il contributo anche a coloro che ne hanno fatto richiesta ma che non hanno trovato copertura per esaurimento delle risorse.


    ​lavoro

    Regione Lombardia e Anticipazione della cassa integrazione

    ​Anticipazione massima concedibile al lavoratore di 1400 euro nel caso di 9 settimane di cassa integrazione. Per presentare domanda i lavoratori in cassa integrazione possono rivolgersi ai propri istituti di credito. Si consiglia di consultare il pdf allegato sul portale di Regione Lombardia, consultabile al link riportato.

    Estensione delle misure di ammortizzazione sociale

    Potenziamento e allargamento della cassa di integrazione ordinaria e in deroga.
    Rilevante esclusione dei lavoratori domestici.

    ​Indennità per emergenza COVID-19

    Il decreto Cura Italia e il decreto Rilancio hanno introdotto, tra le altre misure, alcune indennità di sostegno in favore dei lavoratori, anche autonomi, le cui attività risentano dell'emergenza economica e sociale conseguente alla pandemia dovuta al Covid-19, di 500 euro, 600 euro e 1.000 euro, a seconda dei casi. Al seguente volantino sono riassunte le principali caratteristiche dei bonus. La richiesta va presentata al sito Inps, o alla propria cassa previdenziale privata o al sito riportato nel caso di bonus per collaboratori sportivi. Sono eventualmente disponibili ulteriori approfondimenti specifici in caso di necessità.

    ​I soggetti titolari di assegno ordinario di invalidità potranno presentare domanda per le indennità COVID-19 per il mese di marzo, entro lunedì 8 giugno 2020  Analogo termine,prorogato all’8 giugno 2020, viene previsto per i titolari di Reddito di Cittadinanza che, pur non avendo diritto all’indennità per il mese di marzo, possono beneficiare dell’integrazione del Reddito di Cittadinanza stesso fino a capienza dei 600 euro (500euro in caso di lavoratore agricolo) per il mese di aprile 2020. Per approfondire:

    ​Proroga del termine di presentazione delle domande di NASPI, di DIS-COLL e di disoccupazione agricola

    ​In particolare, per gli eventi di cessazione involontaria dei rapporti di lavoro intervenuti dal 1° gennaio 2020 e fino al 31 dicembre 2020, il termine di presentazione delle indennità NASpI e DIS-COLL è prorogato di ulteriori 60 giorni, con il conseguente ampliamento del termine ordinario da 68 giorni a 128 giorni, decorrente dalla data di cessazione involontaria del rapporto di lavoro. Le domande riferite ad eventi di cessazione involontaria intervenuti a fare data dal 1° gennaio 2020, che sono state respinte perché presentate fuori termine verranno riesaminate d’ufficio. Le domande di disoccupazione agricola, saranno considerate valide anche dopo il 31 marzo 2020e fino al giorno 1° giugno 2020.

    ​Sospensione delle procedure di impugnazione dei licenziamenti

    Sono sospese per 60 giorni le procedure pendenti avviate successivamente alla data del 23 febbraio 2020.
    Si attendono ulteriori proroghe nel prossimo Decreto di Maggio 2020.

    ​Sospensione adempimenti e versamenti contributivi

    ​Destinatari della sospensione degli adempimenti e del versamento dei contributi sono i datori di lavoro privati; lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, agricoli); committenti e liberi professionisti iscritti alla Gestione Separata. I contributi previdenziali e assistenziali oggetto di sospensione sono quelli con scadenza legale di adempimento e di versamento nell’arco temporale dal 23 febbraio al 30 aprile 2020.

    Lavoratori in quarantena equiparati alla malattia

    I lavoratori che devono stare in quarantena o in permanenza domiciliare fiduciaria sono equiparati a quelli in malattia. Sarà necessario un certificato del medico curante come avviene nei normali casi di giornate di malattia, da comunicare al datore di lavoro.

    Lavoratori ​domestici

    ​indennità lavoratori domestici

    ​E' possibile presentare domanda per ricevere l'indennità per lavoratori domestici. Nel volantino sono riassunte le principali caratteristiche della misura. ​

    ​​Sospensione dei termini per il versamento dei contributi ai lavoratori domestici

    I contributi per lavoro domestico relativi al primo trimestre 2020, per i quali l’INPS ha inviato gli Avvisi di pagamento pagoPA con data di scadenza 10 aprile 2020, potranno essere versati entro il 10 giugno 2020, senza applicazione di sanzioni e interessi.

    ​​​prestazioni per iscritti a CassaColf​

    Misure di sostegno disponibili per lavoratori domestici iscritti a Cassa Colf.

    ​Per i lavoratori filippini c'è la possibilità di accedere a un ulteriore sostegno.


    ​reddito

    ​​ISEE CORRENTE

    ​​È l’Aggiornamento dell’Attestazione ISEE con “attualizzazione” dei redditi rispetto alle ultime mensilità.

    Per chi?
    Nuclei in cui sia avvenuta una variazione della situazione lavorativa, per almeno un componente del nucleo:
    a) lavoratore dipendente a tempo indeterminato per cui sia intervenuta una risoluzione del rapporto di lavoro o una sospensione dell’attività lavorativa o una riduzione della stessa;
    b) lavoratori dipendenti a tempo determinato ovvero impiegati con tipologie contrattuali flessibili, che risultino non occupati alla data di presentazione della DSU, e che possano dimostrare di essere stati occupati per almeno 120 giorni nei dodici mesi precedenti la conclusione dell'ultimo rapporto di lavoro;
    c) lavoratori autonomi, non occupati alla data di presentazione della DSU, che abbiano cessato la propria attività, dopo aver svolto l’attività medesima in via continuativa per almeno dodici mesi.

    OPPURE
    una variazione della situazione reddituale complessiva del nucleo superiore al 25% rispetto alla situazione reddituale individuata nell’ISEE calcolato ordinariamente (annualità 2018).

    OPPURE
    per almeno un componente si verifichi un’interruzione dei trattamenti previdenziali, assistenziali e indennitari, laddove non rientranti nel reddito complessivo ai fini IRPEF.

    ​Sospensione d​i obblighi e misure di condizionalità (Es Patti di inclusione previsti dal Reddito di Cittadinanza)

    ​Sono sospesi per due mesi dall’entrata in vigore del decreto gli obblighi (patti di inclusione sociale, lavorativa, PUC) connessi alla fruizione del reddito di cittadinanza e i relativi termini ivi previsti, le misure di condizionalità e i relativi termini comunque previsti per i percettori di NASPI e di DISCOLL e per i beneficiari di integrazioni salariali, gli adempimenti relativi agli obblighi di cui all’articolo 7 della legge 12 marzo 1999, n. 68, le procedure di avviamento a selezione di cui all’articolo 16 della legge 28 febbraio 1987, n. 56, nonché i termini per le convocazioni da parte dei centri per l’impiego per la partecipazione ad iniziative di orientamento.

    Ai sensi dell’art. 34 del DPCM Cura Italia sono sospesi dal 23 febbraio 2020 e sino al 1° giugno i termini decadenziali previsti per la mancata comunicazione della variazione del nucleo familiare, per variazioni relative all’attività lavorativa, per variazioni patrimoniali (attraverso il Modulo RDC com-esteso).
    Sospesi analoghi adempimenti relativi al Reddito di Inclusione.

    ​​Reddito di Cittadinanza - utilità

    ​​Da ora è possibile presentare domanda anche direttamente dal sito www.inps.it. Come per tutte le altre richieste disponibili sul sito dell’istituto occorre autenticarsi con PIN dispositivo, SPID, Carta Nazionale dei Servizi e Carta di Identità Elettronica.
    Ricordiamo: per coloro che tra febbraio e marzo 2020, periodo in cui è scoppiata l’emergenza coronavirus, hanno subito una notevole contrazione del reddito, vi è la possibilità di presentare un ISEE corrente nel quale si terrà conto della condizione reddituale degli ultimi due mesi.

    ​​IMPOSTE SUI REDDITI

    Sono stati previste una serie di differimenti di scadenze di adempimenti dichiarativi e dei pagamenti delle relative imposte. Per maggiori dettagli consultare il sito:

    ​​Sospensione del pagamento di rate di prestiti e finanziamenti

    ​La moratoria Covid-19 per il credito ai consumatori darà ossigeno a molte famiglie, permettendo loro la sospensione fino ad un massimo di 6 mesi di prestiti e finanziamenti superiori a € 1.000. La sospensione deve essere espressamente richiesta dai possibili beneficiari (in particolare chi ha perso il lavoro, è in cassa integrazione, ha ridotto il proprio fatturato) e concessa dagli intermediari. Per ulteriori dettagli consultare il sito.

    ​​Reddito di Emergenza

    ​​E' possibile presentare domanda per ricevere il Reddito di Emergenza entro il mese di giugno. Nel volantino allegato le caratteristiche principali .

    ​Sospensione pagamenti tributari ed altri adempimenti fiscali

    ​​Sospensione di tutti i pagamenti dovuti ad agenzia entrate riscossione in scadenza tra 8 marzo- 31 agosto:
    -    Pagamento cartelle, avvisi di addebito e accertamento
    -    Rottamazione-ter
    -    Rateizzazioni
    -    Sospensione attività di notifica e pignoramenti
    Consultare il sito dell’agenzia delle Entrate per approfondimenti.

    ​Regione Lombardia- sospensione pagamento tassa auto e rateizzazione debiti tributari al 31 ottobre

    È prevista la sospensione al 31 ottobre 2020 del pagamento della tassa automobilistica e della riscossione delle rate in scadenza nel periodo 8 marzo- 30 settembre 2020 (proroga ulteriore per i comuni della zona rossa). Per quanto riguarda l’Ecotassa e la tassa sulle concessioni i pagamenti in scadenza vanno effettuati in unica soluzione entro il 30 giugno 2020.
    Per approfondimenti consultare il sito: